NOME: VIVIANA COLOMBO
ETA': 27
CITTA' DI PROVENIENZA: LENTATE SUL SEVESO (MB)
PROFESSIONE: CANTANTE
 
È per la seconda volta sul palco di #TVOI, la prima i Coach non si sono girati. Vive in Brianza con i genitori e il fratello. La mamma, prima studentessa all’Accademia delle Belle arti di Roma e decoratrice, è ora insegnante di sostegno presso una scuola primaria, il papà, più rigido, è un insegnante di musica in pensione ma nel passato è stato batterista di musica jazz, l’unico genere “degno”. Viviana ricorda quando, da bambina, ascoltava le prove della band del padre e sognava, da grande, di fare la stessa cosa. Ha sempre saputo di saper cantare ma la sua dote è venuta fuori al liceo, quando faceva parte di una band che si esibiva durante le assemblee d’Istituto. Ha imparato a suonare da autodidatta il pianoforte, l’ukulele e la chitarra, e prende lezioni di canto da due anni. Fa parte di un’agenzia che la fa cantare ai matrimoni o nei locali, in trio o quintetto. Le piace fare mashup, riarrangiare cover e scrivere brani suoi.
 
Per la sua Blind Audition porta sul palco di The Voice un Mash Up di due pezzi: "Thinking out loud" di Ed Sheeran e "I’m not the only one" di Sam Smith. Si girano tutti e 4 i Coach. Sceglie il #TeamPezzali.

Affronta la Battle contro Aurora Lecis e Cristina Cascone cantando “Hold My Hand” di Jess Glynne. Vince la sfida sul ring!

Sfida ai Knockout Davide Carbone cantando un Mash Up di “Sugar” di Robin Schulz e “Thriller” di Michael Jackson. Perde la sfida e lascia #TVOI.

 
TRE DOMANDE A VIVIANA COLOMBO
 
A quanti anni hai cantato la tua prima canzone?
Da bambina, non ricordo quando, durante le prove di mio padre che è un batterista, “Johnny be Goode”
 
Il primo disco che hai comprato?
La musicassetta dei Backstreet Boys
 
Di chi avevi il poster in camera da adolescente? 
Brian Littrell dei Backstreet Boys