NOME: DANYLO PALYEYEV BARMANSKY
ETA': 22
CITTA' DI PROVENIENZA: KIEV
PROFESSIONE: INSEGNANTE DI DANZA HIP HOP
 
Nasce in Ucraina, vive in provincia di Catania. In campagna può suonare in libertà ma da piccolo si sentiva molto solo. Andava a scuola in città e viveva dai nonni in campagna. È venuto in Italia con la nonna. In Sicilia si trova bene ma sogna altre terre…da film, pensa che NY possa essere la sua città ideale. La madre insegnava danza, quindi da sempre ha la passione per il ballo e per la musica, li considera un tutt’uno. “Le note le crei con il movimento del corpo, che si esprime anche col suono della voce”. Già da piccolo scriveva canzoni rap con testi molto banali perché non sapeva la lingua, stava imparando l’italiano, poi ha comprato un microfono e, con la voglia di registrarle, ha creato delle basi con un software e le ha incise, ne ha fatto anche dei videoclip con gli amici. Non ha mai studiato musica né canto. Si è diplomato in “Lingue”. Ascolta Eminem per i testi e il flow, e Jessie J per la voce e la tecnica, ha seguito tutti i suoi live, ascolta anche Cristina Aguilera. Come artisti Italiani apprezza Caparezza perché usa molto bene la metrica e le parole. Nel suo paese ha molti fan. Non ha mai fatto altri provini.  
 
Per la sua Blind Audition canta “No Diggity” dei Blackstreet. Si girano Dolcenera e Max Pezzali. Sceglie il #TeamDolcenera

Affronta la Battle contro Domenico Caringella e Joe Croci cantando “Wake Me Up” di Avicii. Viene eliminato.

 
TRE DOMANDE A DANYLO PALYEYEV BARMANSKY

A quanti anni hai cantato la tua prima canzone?
A 12 anni un pezzo rap scritto da me
 
Di chi hai il poster in camera?
Il poster di Eminem
 
La canzone che non vorresti mai cantare? 
Una canzone neomelodica