Samuel Pietrasanta - #TeamCarrà

NOME
: SAMUEL PIETRASANTA
ETA': 23
CITTA' DI PROVENIENZA: CATANIA
PROFESSIONE: ARTISTA DI STRADA
 

Il simbolo della sua adolescenza: solo una chitarra e tante canzoni di De André, di Nek, dei Lunapop. A 14 anni inizia a lavorare come aiuto pizzaiolo in un ristorante, a 16 lascia Catania per Milano per lavoro, torna di nuovo a a Catania dove inizia la sua carriera di artista di strada. Nel giro di pochi mesi, in una città dove la gente è abituata a identificare il musicista di strada con il fisarmonicista, Samuel conosce gente e si fa conoscere, è così che arrivano le prime offerte e che comincia ad esibirsi nei locali. Ad oggi, condivide a Catania un appartamento con coinquilini: 15 giorni li passa in città, vicino al figlio Lucas, e gli altri 15 si sposta nelle città italiane dove suona per strada. Col tempo, riesce a crearsi una rete di amici/musicisti che gli danno ospitalità. Della sua attività ama il legame che riesce a creare con le persone.

Per la sua Blind Audition canta “Firestone” di Kygo. Si girano tutti e 4 i Coach. Sceglie il #TeamCarrà.

Affronta la Battle contro Bruna Zaccaro e Irene Colzani cantando “Guerriero” di Marco Mengoni. Vince la sifda sul ring!

Sfida ai Knockout Alessia Langella cantando “Losing My Religion” dei R.E.M.. Accede ai Live di #TVOI!

Al primo Live Show canta "Don't you worry child" in una versione strumentale. Vince il televoto in sfida con le Foxy Ladies.

Per il secondo Live Show canta "Una poesia anche per te" di Elisa e arriva in semifinale grazie al suo Coach.
 
In Semifinale canta "Hymn for the Weekend" dei Coldplay e duetta con Alessio Bernabei in "Noi siamo infinito" riceve il 40% di preferenza dal suo Coach e non passa al Televoto
Per lui The Voice finisce qui.

TRE DOMANDE A SAMUEL PIETRASANTA
 
A quanti anni hai cantato la tua prima canzone?
Quando sono nato il mio pianto era già un canto.
 
Una canzone che canti sempre sotto la doccia? 
Sotto la doccia faccio concerti non canto solo una canzone.
 
Il primo disco che hai comprato? 
“Anime salve” di Fabrizio De André.
 

I VIDEO DI SAMUEL PIETRASANTA