NOME: GIORGIA PAPASIDERO
ETA': 19
CITTA' DI PROVENIENZA: ROMA
PROFESSIONE: CANTANTE
 
La “ragazza di periferia”, cresciuta ai bordi di Cinecittà, ha un grande sogno, quello di avere successo per riuscire a portare via la sua famiglia dalla periferia romana. I genitori l’hanno sempre aiutata a perseguire i suoi obiettivi e hanno finanziato i suoi studi (corsi di dizione, di pianoforte, di canto, di recitazione). Ha anche fatto uno stage intensivo di un mese in un'università vicino New York: studiava canto e danza mentre preparava con la classe dei piccoli musical da portare in scena nel weekend a New York. Per lei quelle sono state le esibizioni più importanti. Per guadagnare qualcosa fa servizi fotografici e sfilate come modella. Almeno una volta alla settimana canta nei locali della capitale con una band di cover e colonne sonore. Ha anche un duo con cui fa blues e soul. Non ha partecipato a nessun Talent. L'unica apparizione televisiva è stata 4 anni fa, un duetto con il padre nel programma “Vengo anch'io” (speciale di Che tempo che fa”).
Si definisce “molto positiva e sempre felice. Ho una bella famiglia, ho un ragazzo che mi vuole bene, ho tanti amici, faccio quello che mi piace. Perché dovrei essere triste?”

Per la sua Blind Audition canta “Stand Up For Love” delle Destiny’s Child. Si girano tutti e 4 i Coach. Sceglie il #TeamKilla.

Affronta la Battle contro Marta Pilia e Debora Cesti cantando “Amore Disperato” di Nada. Viene eliminata.
 

TRE DOMANDE A GIORGIA PAPASIDERO
 
Quali artisti ti hanno influenzata musicalmente?
Aretha Franklin, Beyoncé e Whitney Houston
 
Di chi avevi il poster in camera da adolescente? 
Non ne ho mai avuti purtroppo
 
L’ultimo concerto a cui sei stata?
Whitney Houston